Immagini e realizzazioni
aggiornato al
R i c c a r d o G a z z a r r i
29 dicembre 2010

Prima di iniziare con Photoshop

Prima di iniziare ad utilizzare Photoshop in modo professionale è bene perdere qualche minuto per settare bene il programma. I passi che seguono vi serviranno per impostare alcune delle opzioni più importanti del programma che vi permetteranno di lavorare più facilmente con il programma stesso.
Le immagini di videate che saranno visualizzate sono riferite alla versione di Photoshop CS3 ma sono comunque valide anche per le versioni CS e CS2.
Prima cosa impariamo a ripristinare l’area di lavoro alla versione standard se per caso la avessimo modificata e non siamo più capaci di tornare indietro.

011-002

 

Dal menù Finestra, Area di Lavoro, fare un clic su Area di lavoro predefinita e tutta la visualizzazione ritornerà nelle condizioni di prima installazione.
Bene ora passiamo a vedere come impostare le preferenze.

011-004

Dal menù Modifica, Preferenze, scegliamo Generali (scelta rapida da tastiera Ctrl+K). Si apre la seguente finestra di dialogo.


011-006

In questa prima finestra controlliamo che l’interpolazione immagine sia impostata su Bicubica che è quella più lenta ma più precisa.
Dimensione Font determina con quale grandezza verranno visualizzati i caratteri dei vari menù. Se avete problemi con le scritte troppo piccole provate a selezionare Media o Grande.
Per quanto riguarda la zona Opzioni potete selezionare le caselle come nell’esempio.
I più importanti da attivare sono sicuramente:

  • Zoom ridimensiona finestre che serve per far ingrandire e rimpicciolire automaticamente le finestre in base alla quantità di zoom utilizzata.
  • Ridimensiona immagini con incolla/Inserisci; una immagine copiata ed incollata su un’altra, ne prende subito le caratteristiche (come risoluzione) senza doverla prima ridimensionare.
  • Zoom con rotellina scorrimento è utilissimo per poter zommare su un’immagine senza dover utilizzare gli appositi comandi ma solo utilizzando appunto la rotellina del mouse.
  • Avvia Bridge automaticamente, fa partire il programma Bridge contemporaneamente a Photoshop. Serve per facilitare la visualizzazione dei vari file di immagine ma occupa un bel po’ di memoria. Quindi se proprio non ne potete fare a meno tenetelo disinserito.

Bene ora passiamo alla videata successiva Gestione File

011-008

In questa finestra impostiamo:

  • Priorità ad Adobe Camera Raw per file Raw supportati; indica che i file di tipo Raw verranno aperti attraverso questa interfaccia.
  • Priorità ad Adobe Camera Raw per file JPG invece deve rimanere disinserito, altrimenti tutti i file JPG verranno aperti attraverso l’interfaccia di Camera Raw.
  • Massimizza compatibilità per file PSD impostatelo su MAI. Impostandolo su Sempre verranno salvati più versioni dello stesso file per massimizzare la compatibilità tra le varie versioni di Photoshop ma aumenterà di molto anche lo spazio occupato per il salavtaggio.
  • Lista file recenti contiene: 10 è il valore impostato di serie ma si può anche aumentare.

Passiamo ora alla videata Cursori

011-010

Impostate come da esempio Punta pennello a grandezza naturale e Mostra cursore preciso sulla punta del pennello.
Queste impostazioni servono per far vedere esattamente la dimensione del pennello utilizzato e per avere il riferimento della crocetta che indica il punto centrale di applicazione.
Per gli altri cursori scegliete preciso.

Le impostazioni standard servono invece per visualizzare al posto della crocetta il (simbolo) disegno dello strumento utilizzato. A prima vista sembrerebbe più facile utilizzare questa visualizzazione, ma per i lavori di precisione sono migliori le impostazioni che vi ho suggerito. Lo strumento che state utilizzando è sempre visibile nella barra di stato dello strumento in alto (lo vedremo in seguito).
Durante l'utilizzo si potrà sempre passare dalla visualizzazione standard dello strumento a quella selezionata premendo il tasto Blocco Maiuscole.

Passiamo ora a Unità di misura e righelli

011-012

 

Se vogliamo vedere le dimensioni della nostra immagine in mm o cm questa è la finestra giusta per impostare le unità di misura, in particolare nella finestra Righelli e testo.
Impostiamo poi Risoluzione di stampa a 300 pixel/pollice e Risoluzione monitor a 72 pixel/pollice. Questi sono i valori standard per la stampa e per la visualizzazione a schermo.

Passiamo ora alla pagina più importante e cioè Prestazioni

011-014

In questa pagina si imposta la quantità di memoria Ram che Photoshop si riserva di utilizzare durante l’esecuzione. Un buon compromesso tra quantità totale e percentuale è intorno all’80-85%.
Per l’utilizzo di Photoshop è comunque buona regola avere molta ram disponibile, quindi prima di aprire il programma chiudiamo tutte le altre applicazioni che non ci servono.
Impostiamo poi il numero di Stati di Storia a 50. Questo serve per poter annullare gli ultimi 50 comandi eseguiti. Aumentare troppo questo valore determina l’occupazione di un bel po’ di memoria fissa su Hard-Disk.
Livelli cache invece impostiamolo a 5-6. I livelli di cache sono il numero di immagini ridotte che il programma, automaticamente salva in memoria ram per velocizzare l’esecuzione dei nostri comandi. Più livelli ci sono e più veloce sarà la visualizzazione dell’immagine dopo l’applicazione di un cambiamento o dopo un ridimensionamento. Per contro più livelli si attivano e maggiore sarà l’impegno di memoria ram.

Bene, per terminare occorre fare clic su OK per confermare tutte le scelte. Poi bisogna  chiudere e riavviare Photoshop in modo farlo ripartire con i nuovi valori impostati (serve solo se abbiamo cambiato qualcosa nella finestra delle prestazioni).

Ma non è finita qui. Bisogna ora impostare lo “Spazio Colore”. Questo è un argomento abbastanza complicato e quindi per non dovermi addentrare in spiegazioni molto complesse che non riguardano questo corso base vi chiedo di fidarvi di quanto vi suggerirò.

Dal menù Modifica, scegliete Impostazione Colore

011-016

 

Nella prima riga scegliete Prestampa Europa 2.
Automaticamente verranno settate tutte le voci sottostanti ed in particolare lo spazio lavoro RGB (Adobe RGB 1998) ed il punto di grigio Dot Gain 15%.
Se l’immagine che andiamo ad aprire non contiene lo stesso spazio lavoro impostato verrà convertita attraverso il modello Adobe (ACE). Alla voce intento possiamo impostare invece che Colorimetrico Relativo, Colorimetrico Percettivo che dà risultati molto più simili alla realtà. Questo tipo di impostazione rimarrà in memoria, ma se vogliamo lo possiamo anche salvare cliccando su Salva… indicando un nome file.

Bene a questo punto abbiamo terminato con le impostazioni e siamo pronti per cominciare a lavorare con Photoshop ma prima vediamo l’area di lavoro.

 

 

Torna alla sezione didattica

 

Capitolo Successivo